Facebook: un nuovo modo per diffondere libri – R. Russo

Scrivere un thriller e pubblicarlo capitolo per capitolo su Facebook. Nuove esperienze editoriali. 

Inutile ripetersi, il mondo dell’editoria cambia e i giovani scrittori si avvicinano alla pubblicazione nei modi più diversi e nuovi. Rosaria Russo, giornalista di Portici (NA), con questo thriller ambientato nella sua città si propone il duplice obiettivo di enfatizzare le bellezze del territorio e approdare al mondo della scrittura attraverso strumenti moderni: Facebook.

Facebook è proprio l’elemento chiave. Pubblicazione e condivisione dei capitoli on-line, creazione di un dialogo diretto tra scrittrice e lettori attraverso un gruppo aperto a tutti gli utenti.

Redazione RDL

 

L’abbandono nel cuore è un thriller ambientato nella splendida cittadina di Portici, una isola felice, una ridente cittadina alle falde del Vesuvio. Ebbene nel libro che sto realizzando cambierà completamente volto. Diventerà tragica sede di efferati omicidi che coincidono con il ritorno a casa dopo sei anni trascorsi a Londra, di Stella, una giovane traduttrice letteraria, ex poliziotta che si ritroverà ad affrontare gli scheletri del suo passato. I corpi senza vita di tre bambini sono ritrovati nelle acque del porto del Granatello, soffocati e legati tra loro da una piccola corda. Post mortem però, è stato fatta loro una piccola cicatrice sotto l’occhio sinistro, la stessa che anche Stella possiede. Cosa c’entra lei con le vittime? Un libro misterioso che dovrà tradurre sembrerebbe contenere una chiave di lettura legata a lei, al suo passato e agli omicidi. La sua vita, da sempre difficile, diventerà un vero incubo dal quale sarà molto difficile svegliarsi.

 

La particolarità di questo libro, oltre all’elemento essenziale che lo porta a nascere in un gruppo su facebook, e quindi a cambiare di volta in volta, a svilupparsi pian piano, sta proprio nella tipologia di pubblico, di lettori, che non sono le classiche persone che si ritrovano a commentare qualcosa di finito, di ben rilegato, ma un mio esperimento. Perché è proprio vero, io mi accingo a diventare la scrittrice di Facebook o dei social network in generale. Devo molto a questo luogo virtuale dove riesco a conoscere e dialogare con coloro che seguono le avventure di Stella, si preoccupano per lei, cercando di immaginare chi sia l’assassino. Insomma è una esperienza unica che sto vivendo appieno e spero che possa darmi  sempre maggiori soddisfazioni.

Rosaria Russo

Annunci

Una risposta a Facebook: un nuovo modo per diffondere libri – R. Russo

  1. Antonio ha detto:

    GIUSTIZIA POPOLARE
    Recensione di: Helen Strand
    Formato:Brossura
    Se avete voglia di capire profondamente da cosa nasca, oggi, l’umore e il malcontento, che muove un individuo del popolo, disoccupato e disperato, a ribellarsi contro il potere costituito delle lobbies, leggete questo libro di Bruno Ippolito, dal titolo molto emblematico – “Giustizia Popolare” – e dall’immagine maggiormente eloquente di una shot-gun, che si staglia contro uno sfondo rosso.

    Lo consiglio come un’opera creativa attuale, davvero profetica.

    Lo stile scabro ed essenziale si combina bene al genere poliziesco che rende la storia un vero thriller. Il dramma ideologico ed esistenziale investe anche la sfera delle relazioni sociali, oltre che quelle politiche.

    La vicenda politica – molto avvincente – si combina ad una struggente e quanto mai disperata illusione d’amore.

    La storia, abilmente romanzata, presenta i fatti in un modo diretto, onesto, realistico, con un angolo prospettico che rende conto della vicenda umana del protagonista in modo assolutamente credibile, vibrante, veritiero, svelando l’Italia del malcontento popolare al suo picco estremo.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...