Perché io sto con Fabio Volo

Sono quasi due settimane che sento, leggo e mi confronto su commenti di svariate persone che criticano i numeri dell’ultimo libro di Fabio Volo.

Ne avessi sentito uno di commento positivo! Incredibilmente tutte le persone con cui mi confronto si sdegnano di questo successo additando, il povero autore, come usurpatore del titolo di scrittore e incredibile affronto alla letteratura. Due sono le cose, o non capisco proprio nulla di libri ed editoria, o frequento troppi “intellettuali”.

Fabio-Volo-La-strada-verso-casa_h_partb

In super sintesi, pare che tutti siano indignati dal successo che ogni singola opera letteraria di questo ragazzotto, dalla faccia simpatica, riesca a raggiungere. Tutti si elevano a grandi letterati che MAI potrebbero abbassare il livello della loro  biblioteca macchiandola con un Fabio Volo. Critiche su critiche, ma perché? Parliamo di una autore che scrive POP, descrive, con un linguaggio semplice, una quotidianità che appartiene a tutti, anche agli “intellettuali”. E’ un eccellente prodotto, un esercizio sublime per le case editrici, un prodotto da guardare con attenzione, scrutare e replicare per i concorrenti.

Insomma, chi si eleva a giudice dei gusti dei 120.000 italiani che in due settimane hanno acquistato La strada verso casa temo commetta un errore. Amici, colleghi, vi invito a fare una riflessione. Se una casa editrice come Mondadori riesce a fatturare 120.000 copie in due settimane – mi auguro continui così per le prossime – non vi viene in mente che sia un bene per tutti? In termini tecnico-aziendali la si potrebbe definire strategia di portafoglio prodotto: Fabio Volo produce profitti, questi profitti possono essere messi a disposizione di nuovi autori, di nuovi approcci a tutela dell’editoria e di quanto di meglio si possa pensare. Per inciso, una delle produzioni letterarie di Fabio si è anche tradotta in un film, altro piccolo sospiro di sollievo per un’industria altrettanto in crisi.

Non lamentatevi del successo di Fabio Volo, non sentitevi sotto attacco. Nessuno vuole mettere in discussione la vostra preparazione letteraria, nessuno vuole sostituirlo a Carver – per quello abbiamo Ligabue (a buon intenditor…) – ma questa editoria ha bisogno di essere rinfrescata, di avere nuovi lettori, di avere nuovi fenomeni letterari e di scoprire nuovi sistemi di comunicazione e lancio di un prodotto letterario.

Sembrerà una bestemmia, ma Fabio Volo fa bene all’editoria e, rassegnatevi amici “intellettuali”, anche a noi. Deponiamo le armi e cerchiamo di guardare le cose da prospettive migliori, sempre. A volte ciò che non ci fa impazzire ci torna comunque comodo. Mi auguro ce ne siano ancora tanti di Fabio Volo e di successi POP. Senza di loro i libri nelle case degli italiani saranno sempre meno e questo sì che è raccapricciante!

Andrea @RDL

http://www.librimondadori.it/libri/la-strada-verso-casa

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/08/tutti-leggono-fabio-volo-tutti-contro-fabio-volo/769994/

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...